Cammino Inca Machu Picchu


Ci sono tre modi per arrivare a Machu Picchu: con il classico viaggio in treno, con il percorso alternativo dell’Idroelettrico e con il Cammino Inca. Quest’ultima via è considerata la più incredibile, la più sorprendente di tutte. In 4 giorni di escursioni e 3 notti di campeggio, attraversa 39 chilometri di sentieri che gli Incas hanno costruito centinaia di anni fa. L’obiettivo è l’Intipunku, la porta di Machu Picchu utilizzata dagli Incas e che solo i turisti che fanno il Cammino Inca possono vedere. In “Icaminoinca” puoi trovare tutti i consigli di cui hai bisogno su questo percorso.

L’escursione numero 1 in Sud America!

Il Cammino Inca è il miglior percorso escursionistico in Perù. È anche considerato il numero uno al mondo e uno dei migliori dell’intero pianeta. La ragione? Le strade furono costruite dagli Inca centinaia di anni fa. Attraversa paesaggi semplicemente mozzafiato, con alte montagne, montagne innevate e giungle piene di flora e fauna. E, come ciliegina sulla torta, include una visita a Machu Picchu. Per tutti questi ingredienti il ​​Cammino Inca è un percorso difficile da eguagliare sul pianeta.

Come fare il Cammino Inca a Machu Picchu?

Disponibilità

Sono ammessi solo 500 posti disponibili al giorno, di cui 200 corrispondono ai turisti e il resto al team di supporto: guide, cuochi, facchini e altro.

Per questo motivo, si consiglia di acquistare il tour tra 6 o 7 mesi prima.

I trekking più popolari

Il Cammino Inca corre lungo parte della storica via qhapac ñan (strade reali degli Incas). Attualmente queste strade sono considerate Patrimonio Culturale dell'Umanità.

Durante il trekking puoi vedere siti archeologici come Llactapata, Sayacmarca, Phuyupatamarca, Wiñayhuayna e, naturalmente, Machu Picchu.

informazioni complete

Sei interessato a fare il Cammino Inca ma non sei sicuro di cosa consista questo percorso escursionistico?

Conoscere ciascuno dei dettagli relativi a questa passeggiata, considerata una delle migliori del pianeta.

Controlla il calendario delle disponibilità del Cammino Inca aggiornato

Controlla il calendario delle disponibilità del Cammino Inca costantemente aggiornato. Il ’50’ significa che ci sono cinquanta slot disponibili. Lo ‘0’ che non ci sono più spazi liberi per il Cammino Inca. Scegli il mese e il giorno che preferisci e verifica la disponibilità del percorso che preferisci.

Itinerario storico degli Incas a Machu Picchu

Gli Incas costruirono più di 30mila chilometri di qhapac ñan o strade reali che collegavano Cusco con il loro vasto impero. Una piccola parte di questo percorso è quello che collega Cusco con Machu Picchu. Oggi ci sono due percorsi storici per Machu Picchu. La versione 4 e 2 giorni. Entrambi ti permettono di raggiungere la famosa città Inca allo stesso modo degli Inca, cioè attraverso le loro strade reali.

Scopri di più sull'ingresso a Machu Picchu Solo

Cammino Inca originale 4 giorni

Che vedrò?

  1. Percorsi Inca originali (il qhapac ñan).
  2. Flora e fauna delle montagne e della giungla di Cusco.
  3. Incredibili paesaggi di montagne e foreste tropicali.

Siti Inca

  • Llactapata, Runkurakay e Sayacmarca.
  • Phuyupatamarca e Wiñayhuayna.
  • Machu Picchu

Distanza e difficoltà

  • 39 chilometri di strade reali Inca.
  • Escursione di difficoltà medio – alta.
  • Consigliato a chi ama l’escursionismo.


 

Cammino Inca breve 2 giorni

Cammino Inca breve 2 giorni

Che vedrò?

  1. Percorsi Inca originali (il qhapac ñan).
  2. Flora e fauna della giungla di Cusco.
  3. Incredibili paesaggi delle alte foreste della giungla di Cusco.

Siti Inca

  • Sito archeologico di Chachabamba.
  • Sito archeologico di Wiñayhuayna.
  • Machu Picchu.

Distanza e difficoltà

  • 12 chilometri di strade reali Inca.
  • Escursione di media difficoltà.
  • Consigliato per tutta la famiglia, compresi i bambini che amano le escursioni.


 

Uno dei migliori percorsi al mondo!

Il Cammino Inca è uno dei sentieri escursionistici più famosi al mondo. Dura 4 giorni e 3 notti. Viaggia per 39 chilometri lungo i sentieri Inca fino a raggiungere niente di meno che Machu Picchu.


Goditi posti incredibili solo con il percorso di 4 giorni per Machu Picchu

Il percorso di 4 giorni attraverso il qhapac ñan è l’unico trekking che ti consente di osservare i siti archeologici nascosti per i viaggiatori. In questa passeggiata potrai osservare luoghi incredibili come Machu Picchu. Godrai anche di paesaggi incredibili, di un’esuberante flora andina e di specie animali uniche in Perù.

Paesaggi incredibili

Paesaggi incredibili

Lungo il percorso osserverai paesaggi di alta montagna e geografie tropicali della giungla di Cusco. Da 4.200 a 2.040 metri sul livello del mare.

 

Wiñayhuayna

Wiñayhuayna

Wiñayhuayna è l’ultimo sito archeologico che vedrai prima di arrivare a Machu Picchu. Questa cittadella Inca ha una bellezza simile a Machupicchu.

 

orso dagli occhiali

orso dagli occhiali

L’orso dagli occhiali abita le foreste tropicali lungo il percorso. È famoso per le sue macchie intorno al viso, simili agli occhiali. Sebbene sia raro vederli, possono apparire improvvisamente lungo il percorso.

 

Rutas del Camino Inca a Machu Picchu

Machu Picchu

Machu Picchu è la destinazione finale di questo storico percorso di 4 giorni. Ci si arriva dopo 39 chilometri a piedi. La prima vista di questa cittadella è dall’Intipunku (Porta del Sole), proprio come facevano gli Incas.

 


Le informazioni più complete sul Cammino Inca

Il Cammino Inca genera molte domande per i visitatori che intendono fare questo incredibile percorso escursionistico. Scopri come fare la passeggiata, quando è il momento migliore per andare, quando è il momento peggiore per andare, quali sono le sue regole, i suoi divieti e molto altro. Vai avanti e fai una delle migliori passeggiate al mondo!

  • Stagione secca

    Da aprile a ottobre le giornate sono più soleggiate e con poche possibilità di pioggia. Per molti è il momento migliore per fare escursioni. Le giornate di sole favoriscono le foto migliori lungo il percorso. Maggio, giugno e luglio sono i mesi più secchi ma con temperature notturne più rigide.

  • Stagione piovosa

    Da novembre a marzo di solito piove più frequentemente. Alcuni turisti sono a disagio. Altri si godono i bei paesaggi che porta la pioggia. Le piogge possono causare scivolamenti sulla strada quindi bisogna camminare con prudenza. Gennaio, febbraio e marzo sono i mesi più piovosi quindi vanno prese le dovute precauzioni.

  • Chiusura a febbraio

    Febbraio è il mese più piovoso per cui le autorità decidono di chiudere il Cammino Inca per sicurezza e di effettuare lavori di manutenzione sul percorso. Durante quel mese i turisti possono essere incoraggiati a fare altri percorsi escursionistici alternativi come il trekking di Lares, il trekking di Huchuy Qosqo o il trekking di Choquequirao.

  • Campeggi

    I campi per ogni notte sono quelli di Huayllabamba, Pacaymayo e Wiñayhuayna (o Phuyupatamarca). Tutti sono ben attrezzati per i turisti. Le autorità hanno scelto questi luoghi per la sicurezza che offrono. Le agenzie turistiche includono tutti i comfort necessari per pernottare.

  • Divieti

    Durante il Cammino Inca è vietato danneggiare gli edifici Inca. I turisti non dovrebbero portare coltelli, carburante, droni, armi da fuoco e altro. Ricorda che danneggiare il patrimonio degli Incas è considerato un grave crimine dalle autorità peruviane. Prendiamoci cura dello storico Cammino Inca e conserviamolo per il futuro!

  • L’Intipunku

    L’ultimo giorno di escursione, i turisti arrivano a Machu Picchu attraverso l’Intipunku (Puerta del Sol). Questa prima vista panoramica è un’esperienza incredibile difficile da dimenticare. L’Intipunku era una costruzione di muri, finestre e recinti dove i raggi del sole raggiungevano ogni solstizio d’estate.

  • La riserva

    Il Cammino Inca è considerato uno dei migliori sentieri escursionistici del pianeta. Tuttavia, ha solo circa 500 posti disponibili al giorno. Per questo motivo, la prenotazione del tour deve essere effettuata online tramite un’agenzia turistica con 6 o 7 mesi di anticipo. Altrimenti non troverai spazi liberi.

  • Zaino

    Durante il percorso lungo il Cammino Inca, si consiglia di portare uno zaino grande con un peso massimo di 5 chili. All’interno dovrebbero essere gli utensili più necessari come: batterie del cellulare, macchina fotografica, vestiti, acqua, snack, cappello, crema solare, repellente per zanzare, accessori per l’igiene personale e medicinali.


Scegli la tua categoria e scopri di più!

  • Informazioni sul Cammino Inca

     

  • Natura

     

  • Prenotazione e servizi

     

  • Percorsi

     

  • Siti archeologici

     


Scopri di più sul Cammino Inca e le sue novità

Domande frequenti sul Cammino Inca e altri percorsi a Cusco

Hai domande sul Cammino Inca e sugli altri percorsi escursionistici a Cusco? Scopri le dieci domande più frequenti che i turisti si pongono prima di intraprendere queste passeggiate.

  • 1) Il Cammino Inca è aperto tutto l’anno?

    Sì, il Cammino Inca è aperto tutto l’anno tranne febbraio che è il mese più piovoso dell’anno. In quei giorni, sul percorso vengono effettuati lavori di pulizia e condizionamento.

  • 2) È indispensabile prenotare il Cammino Inca online?

    Sì, il Cammino Inca è un percorso molto richiesto dai turisti. Pertanto, è necessario effettuare la prenotazione in anticipo. L’unico modo per avere disponibilità è acquistare online.

  • 3) Quanto tempo prima devo effettuare la prenotazione?

    La prenotazione del Cammino Inca di 4 giorni deve essere effettuata con 6 o 7 mesi di anticipo.

  • 4) Cosa fare se non ho disponibilità?

    Se non ottieni disponibilità per il Cammino Inca di 4 giorni, l’opzione migliore è fare un altro itinerario escursionistico come il trekking di Salkantay, il trekking di Lares, il trekking di Huchuy Qosqo, la giungla Inca o anche il breve Cammino Inca di 2 giorni.

  • 5) Qual è il miglior percorso escursionistico oltre al Cammino Inca?

    Per la maggior parte dei turisti e delle guide turistiche, il trekking di Salkantay è il secondo miglior percorso escursionistico a Cusco.

  • 6) Qual è il periodo migliore per fare escursioni a Cusco?

    La stagione secca (da maggio a settembre) offre i mesi migliori per i sentieri escursionistici a Cusco. In quei giorni le piogge non sono frequenti quindi il clima è il migliore per le passeggiate.

  • 7) Cosa include questa avventura al Cammino Inca?

    Il Cammino Inca classico di 4 giorni include: trasporto fino al punto di partenza del trekking, attrezzatura da cucina (cibo), attrezzatura da facchinaggio (carico bagagli), utensili da campeggio, ingresso a Machu Picchu e a tutti i siti, nonché ritorno in treno e autobus a Cusco.

  • 8) Posso fare il Cammino Inca da solo?

    No, il classico Cammino Inca di 4 giorni è un percorso protetto dallo Stato Peruviano quindi può essere percorso solo da persone munite di autorizzazione. Le agenzie turistiche offrono tali autorizzazioni. Le persone non possono fare questo percorso da sole.

  • 9) C’è un limite di età per fare il Cammino Inca?

    No. Sebbene non ci siano limiti di età per completare il Cammino Inca di 4 giorni, è meglio avere tra gli 8 ei 65 anni. È bene essere in buone condizioni fisiche e, se applicabile, avere l’approvazione del proprio medico.

  • 10) Cosa portare al Cammino Inca?

    Il viaggio al Cammino Inca include già la cosa principale quindi il turista dovrebbe preoccuparsi solo di portare oggetti personali: buone scarpe, un poncho in caso di pioggia, crema solare, repellente per zanzare, abbigliamento sportivo comodo, acqua reidratante, articoli per l’igiene personale. , qualche soldo e una macchina fotografica per catturare gli splendidi paesaggi.