Cammino Inca 39 risultati
Natura 3 risultati
Flora del Cammino Inca
Clicca per votare articolo
flora camino inca

Il Santuario storico di Machu Picchu e il Cammino Inca sono caratterizzati da una flora selvaggia diversificata e da specie provenienti dalle aree andine alte, come la giungla. Spiccano specie con polylepis, felci, arbusti, orchidee e flora vascolare. Si ritiene che ci siano 50 specie di alberi per ettaro, sono state registrate quasi 200 specie di orchidee, muschi ed aree erbose, bambù, aree coltivate, bromelie, specie legnose, come cedro e alloro. Sono presenti anche arbusti, come la muña, la Pisonay Erythrina falcatas, una varietà di begonie e puya. Infine, ci sono una varietà di piante alimentari e medicinali. Allora conosci la flora più rappresentativa di questo percorso.


Le orchidee

Il nome scientifico delle orchidee è: orchidaceae. È uno dei fiori più espansi al mondo.

I suoi fiori si distinguono per la bellezza del loro colore e per la simmetria dei loro petali. Si stima che ci siano fino a 30 mila specie in tutto il mondo. Questo fiore può crescere in varie aree geografiche del mondo ad eccezione delle zone desertiche o delle zone di freddo intenso.

Lungo il Cammino Inca sono state registrate 400 specie di orchidee, circa. Forse uno dei più famosi è il “Wiñayhuayna”, un nome che riceve anche uno dei siti archeologici che gli Incas costruirono lungo la strada.

Un’altra delle specie di orchidee più famose sul Cammino Inca è il “Waqanki”. Su questo fiore esiste una leggenda Inca che narra che un soldato si innamorò della figlia dell’Inca. L’imperatore punì il cittadino comune mandandolo in guerra. La principessa Inca pianse alla ricerca del suo amante. Poi, dalle sue lacrime a terra, sbocciarono le orchidee chiamate “Waqanki” (lacrime in lingua quechua).

camino inca Machu Picchu
Masdevallia Witchiana – Waqanki
 

Le molle

Il nome scientifico del molles è: schinus molle. È uno degli arbusti più coltivati, non solo sul Cammino Inca, ma in tutta la regione andina del Sud America.

Questi alberi raggiungono tra i 6 e gli 8 metri di altezza. Il suo tronco può misurare fino a 30 centimetri. Ha rami di foglie frondose.

La ricerca indica che è di origine andina: nelle Ande centrali e negli altopiani degli attuali paesi del Perù, Cile, Bolivia e Argentina. Tuttavia, sono attualmente distribuiti in diversi paesi in tutto il mondo. Il motivo è la sua resistenza alle alte temperature e ai climi secchi.

Lungo il Cammino Inca, soprattutto nella zona andina (primi giorni) è comune imbattersi in questi cespugli. I coloni andini usano spesso le sue foglie per scopi analgesici e curativi.

Molles en el camino inca Machu Picchu
Schinus Molle – Molles
 

Cedri

Il nome scientifico dei cedri è: cedrus. Questi alberi, le loro specie e sottospecie, sono distribuiti quasi in tutto il mondo. Appartengono alla famiglia delle “conifere pinnacee”. Si distinguono per la loro funzione ornamentale e il loro legno profumato.

I cedri possono raggiungere i 25-50 metri di altezza. Durante il Cammino Inca abbonda la specie chiamata “Cedrela montana”. Le specie più abbondanti al mondo sono: il cedro dell’Atlante, il cedro di Cipro, il cedro dell’Himalaya e il cedro del Libano. La figura di questo albero appare sulla bandiera di quest’ultimo paese.

Il legno di cedro è ampiamente utilizzato per la sua durezza e resistenza alla putrefazione e ai funghi.

Durante il Cammino Inca, specialmente quando si entra nella giungla tropicale di Cusco, i cedri adornano il percorso.


I queñuals

Il nome scientifico del queñual è: polylepis. Sono diversi paesi sudamericani, è chiamato in modi diversi: Venezuela (coloradito), Colombia (yagual), Ecuador (quinoa o albero di carta), Bolivia (lampaya), Cile (queñua d’alta quota) e Argentina (queñoa).

Questo arbusto è una specie originaria delle Ande. Si caratterizza per il suo tronco contorto. La sua altezza massima può raggiungere i 20 metri mentre il suo tronco di due metri di diametro.

Una delle caratteristiche più sorprendenti di questo albero è che può abitare in aree geografiche sopra i 5.000 metri sul livello del mare. Anche perché i suoi rami possono assorbire alla grande l’acqua piovana.

I coloni andini usano anche i rami ei tronchi del queñual come legna da ardere. La ricerca indica che ci sono più di 14 specie in Perù.

Durante il Cammino Inca, il queñual è visibile nei primi giorni di camminata (nella geografia andina alta del percorso).

Queñual en el camino inca Machu Picchu
Polylepis – Queñual
 

Le felci

Il sito archeologico di Phuyupatamarca si trova a 5 chilometri in linea retta da Machu Picchu. La vista di questo luogo si svolge il terzo giorno del Cammino Inca. Si trova a 3.665 metri sul livello del mare. Il suo scopritore, il ricercatore Hiram Bingham, lo chiamò Qorywayrachina. È anche conosciuto come “Luogo sopra le nuvole” perché le fitte nebbie di solito coprono con la loro coltre bianca al mattino.

Il nome scientifico della felce è: Pteridofitas. Questo albero, che ha varie specie in tutto il mondo, è noto per adattarsi a diverse geografie. Ecco perché sono tra le piante più antiche del pianeta. Sono conosciuti come fossili viventi.

Le felci arboree sono molto abbondanti nel Santuario Storico di Machu Picchu e lungo il Cammino Inca. Queste piante sono utilizzate a scopo ornamentale. Per questo motivo alcune specie sono considerate minacciate e in pericolo di estinzione.

Molte delle specie di felci che popolano Machu Picchu hanno milioni di anni.

Nel settore Wiñayhuayna – Intipunku (ultimo tratto del Cammino Inca) sono state registrate nel 2011 dodici specie di felci. Alcuni anni fa, sono state registrate 15 specie.

Le felci sono visibili lungo il Cammino Inca, specialmente nell’ultima tappa del trekking di 4 giorni.

camino inca Machu Picchu
Epidendrum Secundum – Wiñaywayna
 

Le puyas

Puyas sono un genere di piante della famiglia del ‘Bromeliaceae’. Hanno fino a 180 specie situate nel territorio del Sud America e dell’America centrale meridionale. Attualmente ne sono ammessi solo 23.

Forse la puja più famosa è la “Puya raimondi”, che raggiunge i 3 metri di altezza ed è la bromelia più alta del mondo. Il nome di questa specie è dovuto al suo scopritore, il naturalista italo-peruviano Antonio Raimondi.

Le puya sono caratterizzate dalla loro crescita lenta, una delle più lente al mondo (possono volerci fino a 150 anni per fiorire).

Lungo il Cammino Inca, soprattutto nei primi giorni, è possibile apprezzare alcune specie di questa pianta. Il puya raimondi, è visibile non solo sul Cammino Inca ma su altri percorsi escursionistici a Cusco situati ad alta quota (oltre i 4 mila metri di altitudine).

Puyas en el camino inca Machu Picchu
‘Bromeliaceae’ – Puya raimondi
 

I floripondio

Il nome scientifico dei Floripondio è: brugmansia arborea. Questa specie di pianta arbustiva è originaria del Sud America e si è adattata al resto del mondo. È famoso per i suoi bellissimi fiori di calice a fessura conica. Questi fiori sono ampiamente utilizzati per scopi ornamentali. Possono raggiungere i 17 centimetri di lunghezza.

Durante il Cammino Inca, i floripondios crescono spontaneamente e sono molto abbondanti durante gli ultimi giorni del trekking (quando si attraversa la regione tropicale di Cusco).

Va notato che il consumo di questo fiore può essere tossico per persone o animali. Contengono alcaloidi come la iosciamina o la scopolamina, la cui ingestione è dannosa per la salute.


Garofani

I garofani sono numerosi nel mondo. In Sud America e nel Cammino Inca, spicca la specie chiamata “Clavel del aire” il cui nome scientifico è “tillandsia aeranthos”.. Questa pianta è abbondante nelle foreste tropicali di Perù, Argentina, Ecuador, Paraguay, Uruguay e Brasile.

La sua caratteristica principale è il suo fiore con tre sepali rosa e blu. Il suo pistillo è più lungo degli stami. Ha uno stigma tribolato alla sua estremità.

Il suo uso principale è come pianta ornamentale. Non necessita di terra poiché le sue foglie sono quelle che assorbono acqua e sostanze nutritive.

Durante il Cammino Inca, puoi apprezzare queste piante durante gli ultimi giorni di trekking (nella regione tropicale di Cusco).

 

Di Inca Trail Machu Picchu - Ultimo aggiornamento, 30-07-2021


I percorsi del Cammino Inca sono circondati da bellezze naturali tipiche della Ceja de Selva e delle Ande.