Cammino Inca 39 risultati
Clima del Cammino Inca
Clicca per votare articolo

Il Cammino Inca ha una geografia varia. Percorre 32 chilometri per 4 giorni in cui il clima passa da un freddo montuoso a un caldo tropicale fino ad arrivare finalmente a Machu Picchu. A febbraio, il mese più piovoso, il percorso rimane chiuso per lavori di manutenzione sui binari. Infine, indipendentemente dal tempo, ogni giorno è l’ideale per fare questo famoso sentiero escursionistico.

Cammino Inca meteo

Cammino Inca in primavera


Tutto sul clima attuale del Cammino Inca

Perú, Machu Picchu


Salida del sol

Entrada del sol
I dati della luna
  • Direzione del vento
  • Velocità del vento
  • gradi vento
  • Umidità relativa
  • Indice UV

Perú, Machu Picchu


Salida del sol

Entrada del sol
I dati della luna

Perú, Machu Picchu

  • Direzione del vento :
  • Velocità del vento :
  • gradi vento :
  • Umidità relativa :
  • Probabilità di pioggia :

  • Direzione del vento :
  • Velocità del vento :
  • gradi vento :
  • Umidità relativa :
  • Probabilità di pioggia :

  • Direzione del vento :
  • Velocità del vento :
  • gradi vento :
  • Umidità relativa :
  • Probabilità di pioggia :

Perú, Machu Picchu

Probabilidad de lluvia


Perú, Machu Picchu

Giorno Descrizione max./min Probabilità di pioggia Umidità Direzione del vento Velocità del vento


Com’è il tempo durante il Cammino Inca?

Il clima durante il Cammino Inca è vario, a seconda della regione in cui il visitatore soggiorna e si accampa. In genere le temperature variano da 0ºC, nel punto più alto (il passo della Morta) a 22ºC. a Machu Picchu.

La destinazione finale del Cammino Inca è Machu Picchu, che si trova in una zona subtropicale. Geograficamente, la città Inca si trova nell’eco-regione “yunga – Quechua”, che ha un clima subtropicale caldo con forti piogge.

Il denominatore comune al lago del percorso sono le piogge. La temperatura piovosa va da novembre ad aprile. La stagione secca va invece da maggio a ottobre. Anche così, le piogge possono verificarsi in qualsiasi momento, non solo sul Cammino Inca, ma in tutte le Ande.

Infine, nonostante il tempo variabile, l’escursione vale la pena. All’interno di questo territorio ci sono monumenti archeologici, montagne, fiumi, lagune e una ricca flora e fauna, tipica della zona (sopracciglio della giungla). Intorno a quest’area ci sono 230.716.966 ettari, considerati come un’area riservata denominata “Buffer Zone”, con 38.448.106 ettari che comprende il Santuario Storico di Machu Picchu.

Cammino Inca Machu Picchu

Turisti che si godono la neve


Giorno 1

La passeggiata inizia al chilometro 82 della ferrovia che collega Ollantaytambo e Aguas Calientes. Termina al campo Wayllabamba (3.057 metri sul livello del mare), dopo 13 chilometri di cammino.

Il campo Wayllabamba, dove il turista pernotterà, ha un clima temperato-freddo, con temperature minime di 4°C. e massimo di 20ºC. Durante la passeggiata la temperatura media è di 12ºC. Da gennaio a marzo le piogge sono intense. Allo stesso modo, da maggio ad agosto le giornate sono più soleggiate ma le notti sono più fredde.

Cammino Inca Machu Picchu

Sezione del Cammino Inca


Giorno 2

Il giorno 2 l’escursione inizia al campo Wayllabamba, da dove si continua a salire fino ad attraversare il famoso “Passo della donna morta” del Cammino Inca, la sezione più alta del trekking situata a 4.215 metri sul livello del mare. Quindi il percorso prosegue fino a raggiungere il campo di Pacaymayo, a 3.600 metri sul livello del mare. Quel giorno vengono percorsi un totale di 11 chilometri.

Il tempo durante il secondo giorno di escursioni è freddo per la maggior parte del tempo. La temperatura nel punto più alto (Dead Woman’s Pass) varia da 0°C. fino a 8ºC. Di notte, al campo, la temperatura può scendere fino a 3ºC. Da gennaio a marzo le piogge sono frequenti.


Giorno 3

Il terzo giorno, il percorso inizia al campo di Pacaymayo, da dove scende per 16 chilometri fino ad arrivare al campo di Wiñay Huayna, nella giungla di Cusco, a 2.650 metri sul livello del mare. Quel giorno il tour sarà più facile rispetto ai giorni precedenti.

Il tempo il terzo giorno di escursioni è più piacevole per i visitatori. La temperatura durante il percorso varia da 10ºC. fino a 18ºC. Di notte, nel campo Wiñay Huayna la temperatura media è di 13ºC.


Giorno 4

L’ultimo giorno, vengono percorsi solo 3 chilometri dal campo e dal sito archeologico di Wiñay Huayna al sito archeologico di Machu Picchu. Una volta nella città Inca, verranno visitate tutte le costruzioni del famoso sito archeologico.

Il clima di Machu Picchu è temperato caldo. La temperatura varia da 8ºC. (di notte) fino a 22ºC (di giorno). Certo, le piogge sono più intense, soprattutto a gennaio, febbraio e marzo. Il resto dell’anno sono meno frequenti ma possono comunque verificarsi in qualsiasi giorno dell’anno.


Consigli

Il tempo durante i quattro giorni in cui percorri il Cammino Inca è variabile, quindi si consiglia di indossare abiti caldi e leggeri. Certo, le buone scarpe sono essenziali.

Durante il punto più alto del trekking, al “Passo della donna morta”, è consigliabile masticare foglie di coca (proprio come facevano gli Inca centinaia di anni fa). In questo modo resisterai meglio alla fatica ma, soprattutto, alle intemperie e all’altitudine.

Sia nel freddo intenso, sotto la pioggia o in un sole fervente e splendente; ne vale la pena il Cammino Inca. Dimentica le paure naturali e prendi questo percorso storico.

 

Di Inca Trail Machu Picchu - Ultimo aggiornamento, 06-08-2021


Prima di intraprendere l’avventura da Cammino del Inca è necessario conoscere alcuni dettagli necessari per godersi la passeggiata correttamente..


Taggato con: