Cammino Inca 62 risultati
Natura 15 risultati
Cammino Inca, turismo e conservazione
Clicca per votare articolo
conservazione cammino inca

Il Cammino Inca è il percorso escursionistico più famoso di Cusco e del Perù. Ogni giorno il percorso è percorso da 500 persone (200 turisti e 300 lavoratori tra guide, portatori e cuochi). Questo numero di visitatori può causare danni all’ambiente che circonda queste strade storiche. Il turismo intenso può anche causare danni irreversibili a Machu Picchu. Scopri quali misure vengono attuate per la conservazione del Cammino Inca a Machupicchu.


Turismo e aree naturali del Perù

Il Perù è il terzo paese più grande del Sud America con un’interessante biodiversità naturale. Ha fondamentalmente tre tipi di paesaggio:

  • Costa – Copre una pianura di 2.500 chilometri lungo il Pacifico. Si trova al livello del mare. Ha più di 8 milioni di abitanti. In questa regione si trova Lima, la capitale del Perù.
  • Sierra – È l’area delle Ande copre il 27% della superficie terrestre inizia a 3.350 m. È l’altezza in cui si trova Cusco, ma in questa regione le Ande salgono fino a 6.000 m. è una zona di clima tra il freddo e il temperato.
  • Giungla – È la terza regione che copre il 60% della superficie terrestre del Perù e ospita meno del 6% della sua popolazione, è un’area di grande valore e piovosità, motivo per cui ospita almeno 10 milioni di specie di flora e fauna tropicali.

Turismo sul Cammino Inca

Il Cammino Inca è considerato uno dei migliori sentieri escursionistici del pianeta. È un’escursione di 4 giorni (39 chilometri) che, dopo aver percorso il percorso delle qhapac ñan (strade reali Inca), termina a Machu Picchu, proprio come facevano gli Incas.

Questo sentiero escursionistico è aperto tutti i giorni dell’anno. Chiude le sue porte al turismo solo a febbraio, il mese più piovoso. In quei giorni vengono effettuati lavori di manutenzione sulla tratta.

Nei giorni in cui il Cammino Inca è aperto, riceve 500 persone ogni giorno. Di questo numero 200 sono turisti. Il resto è costituito dal team di supporto per i visitatori (portatori, cuochi, guide e altro).

In altre parole, in un giorno queste strade sono percorse da duemila persone (quattro gruppi di 500 camminatori). La destinazione finale è Machu Picchu che, a sua volta, è visitata ogni giorno da più di 3.000 persone. L’inizio del Cammino Inca è attraversato da cinque zone vitali. La stagione delle piogge (da novembre a marzo) è il periodo migliore per vedere questi fiori. Le foreste pluviali che circondano il percorso del Cammino Inca (tra 1.800 metri sul livello del mare e 3.000 metri sul livello del mare) sono le regioni in cui fioriscono le orchidee più diverse del Santuario Storico di Machu Picchu.

Il Cammino Inca è così popolare tra i turisti che è necessario acquistare il tour con 6 o 7 mesi di anticipo. Altrimenti non è possibile trovare disponibilità.


Conservazione del Cammino Inca

L’alto livello di turismo può causare danni ai percorsi storici del Cammino Inca. I pericoli comprendono sia le costruzioni Inca che la variegata flora e fauna che compongono i paesaggi.

Ci sono due entità che organizzano le misure di protezione del percorso: il Ministero della Cultura del Perù, responsabile della conservazione delle rotte Qhapac ñan e dei siti archeologici Inca. L’altra istituzione pubblica è il Sernanp (Servizio nazionale delle aree naturali protette dallo Stato) che cerca di conservare il Santuario storico di Machu Picchu, la sua flora, fauna e altro ancora.

Il Ministero della Cultura del Perù ordina la chiusura del Cammino Inca ogni febbraio. In quei giorni si effettuano lavori di manutenzione sulla tratta qhapac ñan.

Il Sernanp organizza lavori di pulizia sul percorso del Cammino Inca e del Santuario Storico di Machu Picchu. Va notato che la più grande minaccia sul percorso sono gli incendi boschivi causati dagli agricoltori locali.


Maggiori informazioni

Sebbene il Perù abbia regioni della costa, delle montagne e della giungla, in realtà ci sono regioni naturali che coprono diverse altitudini e geografie. Il Cammino Inca si trova nella regione della “Selva alta” (chiamata anche rupa rupa ). Questa regione si distingue per le sue foreste nuvolose e umide dove c’è una grande diversità di flora e fauna.

Per conservare al meglio questi percorsi storici, i visitatori devono prendersi cura dell’ambiente. È obbligatorio non gettare rifiuti a terra. Né cogli i fiori. La guida turistica fornirà al visitatore tutte le informazioni necessarie per conservare al meglio queste strade.

 

Di Inca Trail Machu Picchu - Ultimo aggiornamento, 07-12-2021


Interested in the Inca Trail? Know more about Natura!


Taggato con: